Attualità

Bassetti: “Vacciniamo prima tutti i giocatori di serie A”

In un post su Instagram Bassetti propone di vaccinare prima i giocatori di serie A. Torna a far parlare di sé il Professor Matteo Bassetti, il direttore della Clinica di Malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova. E lo fa mettendo in mezzo i giocatori di calcio.

Qualche giorno Torino e Lazio dovevano sfidarsi in campo. La partita è stata vinta a tavolino dalla Lazio perché gli avversari non si sono presentati in campo. Nella squadra c’erano diversi calciatori risultati positivi al Covid, di conseguenza tutti gli altri si sono isolati nelle proprie abitazioni.

Bassetti: “Vacciniamo i giocatori della serie A”. Il post che fa discutere

Neanche il campionato di calcio quest’anno riesce a proseguire con regolarità, scatenando il malcontento fra i tifosi. Ecco quindi che arriva la proposta del Professor Bassetti. Che attraverso i suoi canali social propone di vaccinare per primi i calciatori di serie A.

L’obiettivo di questa scelta è di evitare nuovi focolai e nuovi contagi nel calcio. Tuttavia le sue parole non sono piaciute ai più, così il direttore si è visto costretto a spiegare le sue motivazioni. Secondo l’esperto i calciatori vaccinati potrebbero dare il buon esempio e potrebbero convincere i più esperti.

Ormai sappiamo bene che purtroppo gli scettici del vaccino sono davvero molti. Ma non si può fare a meno di pensare all’assurdità del fatto che debba essere un calciatore a convincere i tifosi a vaccinarsi per il loro bene. Le parole di Bassetti non hanno convinto praticamente nessuno. Proprio per questo motivo il direttore della Clinica di Malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova è tornato alla carica:

“La mia proposta di vaccinare i giocatori di serie A, che sono in tutto 555, voleva essere un messaggio per chi è ancora scettico ( e ahimè sono tanti) e utile per evitare molti problemi di contagio nelle squadre che sono all’ordine del giorno. Quindi mi spiace aver urtato la sensibilità di chi giustamente sta aspettando il vaccino da chi avrebbe già dovuto fornirglielo. Chiunque ha diritto al vaccino a ogni età e situazione e io mi sto battendo per questo. Solo vaccinandoci tutti potremo vincere la battaglia”.

Che ne pensate di questa proposta? Fatecelo sapere nella sezione dei commenti. Nel frattempo non perdetevi l’altra proposta che fa discutere: Berlino, le autorità scolastiche chiedono agli studenti di ripetere l’anno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button