Maglioni per polli: la nuova moda che ha fatto scoppiare la polemica

Il detto dice che non c’è mai fine al peggio e questa nuova moda lo conferma. Signori e signore ecco a voi i maglioni per polli.

Se per voi già i cappottini per cani avevano superato il limite, preparatevi a questa nuova moda che ha già creato diverse polemiche.

Maglioni per polli, quando non c’è mai fine al peggio

Ebbene sì, la nuova moda del momento prevede di intrappolare in un maglione alcuni poveri polli costretti a subire le angherie dell’uomo. Che alla soglia del 2020 non ha ancora imparato a rispettare il mondo animale.

Su Etsy stanno infatti spopolando degli eccentrici maglioncini per polli fabbricati e venduti da WhimsyofWillows, una stravagante azienda che ha messo su una vera e propria collezione autunno/inverno dedicata alle galline.

Il catalogo comprende maglioncini all’uncinetto e gilet colorati, che ad un primo impatto sembrano veramente costosi.

In realtà non è affatto così, perché le creazioni sono veramente alla portata di tutti. Ma tutti chi? A quale persona sana di mente verrebbe in mente di mettere un cappotto ad un pollo?!

Le polemiche non si sono fatte attendere, non tutti hanno infatti trovato l’idea così geniale e simpatica, nonostante gli introiti dell’azienda dicano il contrario.

I principali detrattori dell’iniziativa infatti affermano con sicurezza che questi maglioni potrebbero far addirittura provare ai pennuti più freddo.

Potrebbero infatti sballare completamente la regolazione naturale del calore, per non parlare di quel che accadrebbe in caso di pioggia improvvisa.

O di germi, batteri e acari. Dall’altro lato però Erin Langston, la creatrice del negozio online WhimsyofWillows, pare che poco ci pensi alle critiche negative e ha recentemente affermato di essere sicura di voler continuare su questa strada.

E voi cari amici, cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti. E non perdetevi l’ultima polemica del momento: Corso di Laurea per Influencer: l’ultima trovata che fa discutere

(Visited 614 times, 1 visits today)
} ?>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *