Curiosità

Arrabbiarsi fa ingrassare: ecco che cosa dice la scienza

È arrivato il momento di dirlo una volta per tutti: arrabbiarsi fa ingrassare. Si tratta di una frase che abbiamo sentito dire molto spesso ma alla quale nessuno di noi ha mai dato il giusto peso.

Forse perché, a pensarci bene, può sembrare una cosa davvero assurda. Eppure è la verità ed a confermarlo è la scienza. E come si dice? Mai andare contro la scienza! Vediamo che cosa dice lo studio scientifico.

Arrabbiarsi fa ingrassare: parlano gli esperti

Come detto, non si tratta di uno scherzo. Sembra, infatti, che nel momento in cui ci innervosiamo e ci arrabbiamo, il nostro corpo tenda a secernere sia il cortisolo che l’adrenalina.

Questo vuol dire che se le cellule non riescono a liberarsi di queste due sostanze, potete fare tutte le diete che volete. Ingrasserete lo stesso.

Lo studio di cui vogliamo parlarvi è firmato da Juan Manuel Romero Villa, un nutrizionista che ha condotto ben 14 anni di ricerche per giungere a questo incredibile risultato.

Secondo il nutrizionista non ci sono dubbi: arrabbiarsi fa ingrassare. Sembra, infatti, che l’aumento di peso non dipenda solo da fattori esterni. Ci sono anche alcuni fattori interni che entrano in gioco, come ad esempio lo stress o, appunto, la rabbia.

E non solo. Secondo la scienza arrabbiarsi fa male al nostro organismo anche per altri motivi. Potrebbe, infatti, essere una delle cause del precoce invecchiamento. Arrabbiarsi spesso, infatti, potrebbe causare problemi ai polmoni e al cuore.

Nel momento in cui ci arrabbiamo, infatti, il nostro battito aumenta e questo porta ad un deterioramento delle pareti delle arterie. In questo modo, il nostro corpo tende ad accumulare grasso.

Non ci sono dubbi, quindi, arrabbiarsi fa ingrassare. Sebbene si tratti di un sentimento che è impossibile eliminare dalla nostra vita, il nostro consiglio è quello di cercare di gestire la rabbia nel migliore dei modi. Non vorrete mica ingrassare? Se siete tra coloro che si arrabbiano spesso, forse dovreste dare un’occhiata alla dieta della birra.

 

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button